Consorzio Cerea S.p.A. nasce nel 1996 dall’intuizione dell’allora sindaco pro-tempore di Cerea e di alcuni imprenditori locali; tra di essi si distinse subito per impegno e decisione l’attuale amministratore delegato A.D. Giuseppe Tavellin. La società, a capitale pubblico-privato sfrutta per lo start up un finanziamento europeo; la prima autorizzazione ad operare è il D.D.S.E. della Provincia di Verona. 291/1999.

Attualmente l’impianto si estende su un’area di circa 100.000 mq ripartiti in aree coperte per  10.000 mq, aree verdi 20.000 mq e piazzali impermeabili per 70.000 mq ca.

La posizione baricentrica di Consorzio Cerea S.p.A. rispetto alle principali arterie del Nord Italia ne fa un’ azienda strategica dal punto di vista logistico.

L’impianto è autorizzato ai sensi del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. con Autorizzazione Integrata Ambientale n° 72 del 23/11/2010 rilasciata dalla Regione Veneto, è tutt’ora organizzata in due unità produttive e indipendenti tra loro: la prima unità produttiva effettua lo stoccaggio e il trattamento di rifiuti non pericolosi finalizzati alla produzione di aggregati per l’edilizia per un quantitativo totale di 350.000 ton/anno e lo stoccaggio di rifiuti pericolosi. La seconda unità produttiva effettua lo stoccaggio e il trattamento di rifiuti speciali non pericolosi e urbani quali carta, legno e imballaggi in plastica e, imballaggi metallici, finalizzati alla produzione di materie prime (ex MPS) per l’industria della plastica e della carta per un totale di 29.900 ton/anno.

Consorzio Cerea S.p.A. è una società consortile per azioni senza alcuna finalità di lucro, partecipata al 20% dal Comune di Cerea, al 40% dalla società Tavellin Luigi snc di Tavellin Giuseppe e Co. e dal 40% da  TAVELLIN GREENLINE srl.

Ciascuna Azienda ha un ruolo autonomo e si occupa di attività diverse e indipendenti.

Le società correlate forniscono soluzioni veloci ed immediate in forza ai molteplici servizi resi.